Carnevale,  Dolci

Cutume’ siciliani

Quando pochi giorni fa una ragazza carinissima su Instagram mi ha chiesto di postare qualche ricetta siciliana non me lo sono fatto ripetere due volte!!

Era già da qualche giorno che volevo farvi conoscere dei dolcetti di famiglia a me molto cari e proprio con questi inauguro la seconda nuova sezione nel mio ricettario: quella dedicata alla cucina siciliana.
È una ricetta della tradizione della mia terra….ma non la troverete su internet…..almeno non questa….perché questa è una ricetta molto speciale, è una ricetta della mia nonna.

 

Mi ricorda le domeniche mattine trascorse accanto a lei mentre friggeva ed io che, buona buona , facevo rotolare i cutume’ nello zucchero e sistematicamente non resistevo alla loro sofficità… erano così piccini che non pareva un peccato mangiarne qualcuno…chi mai se ne sarebbe accorto?

I cutume’ prendono il loro nome dal greco Xùtos che significa “sacchettino”, “fagottino”, “mucchietto”, perche così si presentano, come dei piccoli mucchietti.

Si tratta di morbidissimi bignè ripieni di ricotta, fritti e cosparsi di zucchero ( nella ricetta originale vengono ricoperti di miele ).
Sono dei dolcetti molto adatti alle giornate invernali e di festa come queste.

Io le trovo perfette per Carnevale per stupire con delle frittelle originali e squisite…ma badate….sono come le ciliegie….

 

Ingredienti per 4 persone:

 

  • 250 gr ricotta
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di farina
  • olio per friggere
  • zucchero semolato
Mescolate la ricotta con l’uovo e la farina.
L’impasto deve risultare piuttosto denso ( deve rimanere sul cucchiaio senza cadere ) per questo è importante che la ricotta sia molto asciutta ( setacciatela o sgocciolatela per bene ).
Se vi sembra troppo morbido aggiungete un altro cucchiaio di farina, ma non di più: la bellezza di questa ricetta sta proprio nel fatto che l’impasto è composto essenzialmente dalla ricotta.
Lasciate riposare per circa mezz’ora ( se avete fretta questo passaggio non è fondamentale ).
Friggete i cutume’, aiutandovi con due cucchiaini, in abbondante olio caldo – ma non bollente – e , quando si doreranno, sgocciolateli, fate assorbire l’olio in eccesso e rotolateli nello zucchero semolato ( mescolato a cannella se la gradite ).
Non vi preoccupate se dopo averli fritti si sgonfieranno e diventeranno – da gonfi e sodi – morbidi e soffici , è il loro bello e se li servirete su un’alzatina diventeranno chic e carini da presentare!

Assaggiateli e fatemi sapere!!

Gioioso weekend,
Serena
Se provate le mie ricette e pubblicate la foto su Instagram sarà un onore per me, quindi usate l’hashtag #petitpatisserieblog o, se avete un profilo privato, inviatemele tramite Direct, così le potrò vedere e inserire nel blog tra i Vos Plats!!

 

12 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.