Dolci,  Ricette estive

Una merenda in giardino: tè freddo, smoothie, piccole panne cotte profumate al tè verde e {finto} tiramisù al tè nero

Quando ho ricevuto la scatola de La Pasqualina sono davvero rimasta sorpresa dal profumo inebriante che si è sprigionato alla sua apertura.

Devo ammettere di avere un debole per tutto ciò che è tradizione, che è fatto a mano con amore e passione, e tutto questo è La Pasqualina, una nota pasticceria-gelateria che vanta una storia secolare, essendo stata fondata
ad Almenno San Bartolomeo (BG) nel 1912.
Oggi conta altri 3 locali: a
Bergamo, a Milano e a Porto Cervo per la stagione estiva.

 

 

Non appena ho avuto i prodotti tra le mani la prima cosa che ho fatto è stata ovviamente assaggiare i famosi Pasqualini, sia quelli alle mandorle che quelli al cacao e nocciole….una bontà unica!
Avevo letto su internet quanto la gente li apprezzasse, ma la croccantezza ed il sapore possono solo essere gustati e mai descritti!
Ho poi provato le miscele tè, preparandomi una buona bevanda fredda: in quei giorni qui in Sicilia c’erano ben 35° e avrei avuto qualche difficoltà a gustare il tè caldo…
Che dire?
Ho provato il tè verde “Rosa del Giappone” aromatizzato alla Rosa ed al Fiordaliso: profumato, fresco, estivo, grazie soprattutto alle delicate note floreali.
Adoro l’utilizzo delle erbe aromatiche e dei fiori in cucina per cui non ho potuto che apprezzare.
A questo punto non mi restava che provare le miscele nelle mie ricette!!
Non potete neanche immaginare quanti piatti, dolci e salati, possono prepararsi con il tè….e a noi piace tanto stupire con gusto, non è vero?
Ecco allora che ho deciso di preparare una merenda per due in giardino!!

Ho approfittato di queste splendide giornate per allestire un piccolo angolo nel prato dove sorseggiare bevande fresche e assaporare prelibate dolcezze….

 

Per prima cosa mi sono dedicata alle bevande: un buon tè freddo naturalmente ed uno Smoothie con frutta, carota (in vista dell’estate è importante rifornirci di betacarotene) ed un pizzico di tè  verde agli agrumi e rose rosse.

 

I dolci non potevano mancare…per cui ho preparato delle piccole panne cotte al cucchiaio profumate al tè verde , avvistate nel delizioso blog Pensieri e pasticci della dolce Simona che seguo sempre con piacere.
Questa ricetta mi ha attirato per l’assenza di gelatina tant’è che le piccole panne cotte sono risultate morbide , ma per me comunque molto gradevoli.
Per questo motivo vi consiglio, laddove desideriate una consistenza più solida, l’uso dei fogli di gelatina.
Per fare questa ricetta ho usato il tè verde “Rosa del Giappone” aromatizzato alla Rosa ed al Fiordaliso: ne sono venute fuori delle deliziose panne cotte, delicate e profumate….per veri intenditori!!

 

Successivamente mi sono dedicata alla preparazione di un secondo dolcetto: un finto tiramisù al tè nero.
In rete si trovano svariate versioni del tiramisù al tè Matcha (il tè verde giapponese) ma io ho preferito usare il tè nero – per il suo aroma più intenso – ed evitare l’utilizzo delle uova.
Avete già visto qui il mio tiramisù light senza mascarpone e senza tuorli: oggi vi propongo invece un finto tiramisù!
L’aspetto, infatti, è proprio quello del classico tiramisù ma , al primo assaggio, sarete sorpresi dal sapore delicato che il tè nero – questo ai fiori di gelsomino – gli conferisce, rendendolo a mio avviso una vera prelibatezza!!
La crema inoltre – la cui ricetta devo ad Enza , una cara amica di famiglia – avrà una consistenza ed un sapore diverso, grazie alla presenza della panna.
L’assenza delle uova e del caffè renderà quindi questo dolce perfetto per i bambini, per  gli intolleranti alle uova e per tutte quelle persone che, per le più svariate ragioni, non possono o non vogliono mangiare le uova crude.
Vedrete….i vostri ospiti saranno conquistati da un dolce delicato nel sapore, che sorprende ed entusiasma!

Ma ora veniamo alle ricette!!

 

Tè freddo
verde “Rosa del Giappone” aromatizzato alla Rosa ed al Fiordaliso
di La Pasqualina
Ho seguito le indicazioni scritte nella bustina quanto a temperatura, quantitativo di tè e tempi di infusione.
Con riferimento alla temperatura se non avete il termometro apposito, considerate che avrete raggiunto i 70° quando vedrete le bollicine sul fondo, fisse e non ancora in risalita.
Ho lasciato dapprima raffreddare a temperatura ambiente il tè e poi l’ho messo in frigo.
L’ho servito freddo, aggiungendo un pizzico di zucchero.
L’aroma del tè, con le sue note floreali, era fresco, delicato e molto estivo.

 

Smoothie alla frutta e tè verde 

  • 1 mela
  • 1 banana
  • 2 fragole
  • 1 carota
  • 200 ml latte di riso (o di soia)
  • 50 ml acqua (o latte, di riso o di soia)
  • 1 cucchiaino raso di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino raso di tè verde, per me “Sencha agli agrumi” di La Pasqualina
  • 6/7 cubetti di ghiaccio
Tagliate la frutta e la carota a pezzi e frullate.
Aggiungete il resto degli ingredienti e azionate nuovamente il mixer per circa un minuto fino a quando il tutto non è ben frullato.
Se desiderate uno Smoothie meno denso aggiungete ancora acqua o latte oppure mettete meno frutta.
Servite subito fresco con foglie di menta, se lo gradite.


Piccole panne cotte al cucchiaio profumate al tè verde 
(dosi per 8 bicchierini)
  • 500 ml panna fresca (o metà panna e metà latte, se volete renderlo più leggero)
  • 2 cucchiai colmi di fecola di patate
  • 3 cucchiai di zucchero di canna
  • 1 uovo
  • 4 cucchiaini di tè verde, per me “Rosa del Giappone” aromatizzato alla Rosa ed al Fiordaliso di La Pasqualina
Riscaldate leggermente la panna senza portarla ad ebollizione e mettete le foglie di tè: lasciatele in infusione per circa 10 minuti.
Filtrate la panna in una ciotola e fatela raffreddare completamente.
Sbattete leggermente l’uovo con lo zucchero, aggiungete un goccio di panna profumata al tè e la fecola e mescolate con una frusta in modo che non si formino grumi.
Aggiungete a filo il resto della panna e riponete sul fuoco.
Portate ad ebollizione, abbassate la fiamma e cuocete ancora un altro minuto sempre mescolando.
Versate nei bicchierini leggermente inumiditi e lasciate raffreddare a temperatura ambiente.
Spolverizzate a questo punto con un poco di zucchero di canna e riponete in frigo.
La consistenza, in mancanza di gelatina, sarà più morbida della classica panna cotta.
Se invece preferite le piccole panne cotte più solide e meno cremose mettete a bagno in acqua fredda circa 6/8 gr di gelatina in fogli: quando alla fine togliete la panna dal fuoco strizzatela ed unitela al composto.

[Finto] Tiramisù al tè nero 
con fiori di gelsomino

(dosi per 4 persone)
  • 250 gr mascarpone
  • 200 ml panna fresca
  • 40 gr zucchero
  • savoiardi o pavesini
  • 150 ml acqua
  • 1 cucchiaino raso di tè nero , per me “Earl Grey Jasmine” di La Pasqualina
  • cacao amaro o cioccolato fondente
Innanzitutto preparate il tè.
Io ho rispettato quanto scritto nella bustina, per cui ho bollito l’acqua fino a 90° (se non avete il termometro, considerate raggiunta la temperatura quando numerose bollicine, e anche qualche bolla più grossa, risalgono in superficie) e ho messo in infusione le foglie di tè.
Coprite e lasciate trascorrete circa 3/4 minuti prima di filtrare e lasciare raffreddare.
Mescolate il mascarpone con lo zucchero e 2 cucchiai del tè nero che avete preparato e montate a neve la panna fresca.
Poi uniteli delicatamente con movimenti dal basso verso l’alto per evitare di smontare la panna.
A questo punto potete comporre il vostro “Tiramisù” , in una teglia unica o in bicchierini.
Imbevete velocemente i savoiardi o i pavesini nel tè e formate il primo strato, mettete sopra la crema e procedete così per un altro strato o due (io nei bicchierini piccoli ho formato tre strati).
Mettete in frigo per qualche ora prima di servire.
Spolverizzate a piacere con gocce, scaglie o codette di cioccolato e, se lo gradite, cacao amaro.
Curiosi di scoprire la bontà di queste delicate ricette?
Non vi resta che provarle e preparare una golosa merenda!!

 

 

Se desiderate maggiori informazioni su “La Pasqualina” vi lascio il sito www.lapasqualina.it e il link della loro pagina Facebook www.facebook.com/LaPasqualina  .
Vi auguro un dolce week-end e golose merende
Serena

 

Se provate le mie ricette sarà un onore per me per cui mandatemi la foto via e-mail oppure, se pubblicate la foto su Instagram o su Facebook, usate l’hashtag #petitpatisserieblog o inviatemele tramite Direct (se avete un profilo privato su Instagram) così le potrò vedere condividere sui social ed inserire nel blog alla pagina Vos Plats!

19 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.