Dolci

Confettura di fragole all’aceto balsamico e timo

Ci risiamo.
Io e il mio amore per le erbe aromatiche.
Ma concedetemelo, almeno in questo periodo, e venite a scoprire con me quanto sono buone utilizzate nelle preparazione dei dolci.

Non mi andava di preparare una semplice marmellata di fragole, così ho voluto provare questa confettura aggiungendo anche l’aceto balsamico e il timo.

 

Devo ammettere che mi sono accostata a questa ricetta con un po’ di scetticismo, dovuto al fatto che non sono un’amante dell’aceto balsamico e lo uso sempre con moderazione.
Incoraggiata tuttavia dalle pubblicità che spesso lo accostano alle fragole, ho voluto provare…..e mi sono dovuta ricredere: è buonissima!!
Questo è un periodo in cui le fragole ci sono ancora, ma tra poco ci lasceranno e per questo motivo ho pensato ad una ricetta che ci consenta di assaporarle tutto l’anno.
Su una bella fetta di pane o in una crostata fatta in casa, o in qualsiasi altra preparazione che richieda l’uso di confetture.
E’ poi un’idea molto chic da regalare: accompagnate la vostra marmellata da un tag (dove c’è scritto il nome della confettura e la data) e chiudetela ricoprendo il tappo con un colorato pezzo di stoffa circolare legato da un filo di spago o di cotone.
Donatelo ad un’amica amante delle cose chic e particolari o portatela a casa di amici e vedrete come stupirete….sempre con gusto!

Le dosi che vi darò sono perfette per un classico barattolo di marmellata dalla capienza di 400 gr, ma se vorrete farne un po’ di più aumentate le dosi e versatela in barattoli sterilizzati : in tal modo il sapore ed il profumo della primavera vi accompagneranno tutte quelle volte in cui in autunno o in inverno gradirete rievocarne i ricordi.

Ingredienti:
  • 350 gr fragole
  • 90 ml aceto balsamico
  • 280 gr zucchero
  • qualche rametto di timo
Lavate bene il timo e le fragole.
Per il quantitativo di timo considerate che io ho usato un rametto unico con tante ramificazioni (7/8 della lunghezza di circa 7 cm: ci tengo ad essere precisa perché in passato sono incappata in ricette vaghe in ordine agli aromi e ho combinato un disastro…).
In ogni caso state tranquilli perché il timo non si sente troppo.
Mettete in un tegame l’aceto e lo zucchero, mescolate e , a fuoco medio, fate sciogliere lo zucchero fino ad arrivare quasi al bollore.
A questo punto aggiungete il timo e le fragole e fate cuocere per circa 20/25 minuti, non di più, mescolando di tanto in tanto.
La consistenza della marmellata sarà liquida, ma non preoccupatevi: tenderà ad addensarsi man mano che andrà raffreddandosi.
Togliete il timo, lasciate raffreddare, invasate e riponete in frigo.

Se invece aumentate le dosi per riempire più barattoli, ovviamente sterilizzati, potete conservarli a temperatura ambiente fino all’apertura.

 

Questo weekend “imbottigliamo” i profumi e i sapori della primavera!
Serena
Se provate le mie ricette sarà un onore per me per cui mandatemi la foto via e-mail oppure, se pubblicate la foto su Instagram o su Facebook, usate l’hashtag #petitpatisserieblog o inviatemele tramite Direct (se avete un profilo privato su Instagram) così le potrò vedere, condividere sui social ed inserire nel blog alla pagina Vos Plats!

10 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.