Dolci,  Ricette estive,  San Valentino

Torta tres leches [con frutti di bosco e fragole]

E’ già passato già un anno – da quando la passione per la cucina ha preso il sopravvento, come vi ho spiegato qui quando vi ho dato la ricetta della mitica e superlativa Sponge cake  – ed è di nuovo il compleanno di mio marito.

Ho cercato una torta facile che però potesse stupirlo e farlo felice, decorando con i suoi ingredienti preferiti: panna e fragole.

Quando su internet mi sono imbattuta in questa torta non ho avuto dubbi.
E’ più semplice di quella dell’anno scorso, ma non meno buona, anzi!!

Dibattito aperto tra i commensali che le hanno assaggiate entrambe su quale delle due sia più gustosa!!

La Torta tres leches è un dolce originario dell’America Latina dalla consistenza fresca e cremosa, grazie alla bagna ai tre latti (latte fresco , panna, e latte condensato), da cui il nome che, “inzuppando” una base simile al pan di spagna, rendono la torta morbida, spugnosa e golosa.
La copertura di panna montata farà il resto.

A questo punto largo spazio alla fantasia!

 

Potete decorarla solo sopra con ciuffetti di panna montata realizzati con la sac à poche oppure potete scegliere una versione più easy e fare come ho fatto io che ho semplicemente “spatolato” la panna montata sulla torta, anche di lato.
Potete ricoprire anche solo la superficie e, volendo, decorarla con frutta di qualsiasi genere.

Se utilizzate una teglia rettangolare servitela a quadrotti: questo è un altro modo classico di servire questo dolce.

E’ vero, è vero…ci sono troppe uova ma quelle che ho utilizzato io erano piccoline e poi questa non è una torta da colazione, non la mangerete tutti i giorni, per cui stavolta è consentito “sgarrare”: ne varrà assolutamente la pena, credetemi!!
Questo dolce è perfetto come torta di compleanno o come scenico e goloso dessert di fine pasto e non ha nulla da invidiare ad una torta di pasticceria!
È buonissima!!!

Pronti a farla con me questo weekend?

Ingredienti per una tortiera dal diametro di circa 24/26 cm:

Per la base
  • 5 uova piccole
  • 200 gr farina 00
  • 170 gr zucchero
  • 1 bustina vanillina
  • 1 bustina lievito
  • 1 pizzico sale

per la bagna:

  • 200 ml latte fresco
  • 200 ml panna fresca
  • 200 gr latte condensato

per guarnire come ho fatto io:

  • 400 ml panna fresca
  • 3 cucchiai zucchero a velo
  • fragole e frutti di bosco

 

Montate con le fruste elettriche lo zucchero con i tuorli e la vanillina e poi , piano piano, aggiungete poco alla volta la farina e il lievito setacciati ( solo in questo modo infatti si eviterà la formazioni di grumi).
Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale ed uniteli al composto, mescolando delicatamente dall’alto verso il basso.
Trasferite nella teglia e cuocete a 180° per circa 40 minuti, fate la prova stecchino che deve uscire asciutto.
Sfornate e lasciate raffreddare.
Io ho preparato la base la sera prima per “bagnarla” l’indomani mattina.
Quando la torta è fredda, punzecchiatela con uno stecchino lungo o con una forchetta e versatevi sopra la bagna , realizzata semplicemente mescolando con una frusta a mano i tre latti.
Io ho fatto questa operazione dapprima mettendo la torta su una gratella – salvo recuperare la bagna colata – e poi l’ho trasferita sul piatto da portata.
Mettete la bagna con un mestolo poco alla volta, aspettando che la torta man mano se la assorba.
Se a un certo punto vi accorgerete che la torta non assorbe più la bagna, interrompete purchè non ne rimanga troppa.
Riponete la torta in frigo per qualche ora coperta da pellicola.
A questo punto montate la panna con lo zucchero a velo e guarnite a piacere la torta e, se vorrete, potrete decorarla con frutta fresca.
Be’…a questo punto spetta anche a voi provare  le due torte (Sponge cake e Tres Leches) e dirmi quale è, secondo voi, la più buona!!
Aspetto responso!!

 

La ricetta è stata presa da qui .

Golosissimo weekend,
a volte basta poco per essere felici
Serena

Se provate le mie ricette sarà un onore per me per cui mandatemi la foto via e-mail oppure, se pubblicate la foto su Instagram o su Facebook, usate l’hashtag #petitpatisserieblog o inviatemele tramite Direct (se avete un profilo privato su Instagram) così le potrò vedere, condividere sui social ed inserire nel blog alla pagina Vos Plats!

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.