Lievitati,  Natale

Treccia di pan brioche sofficissima con sugo al pomodoro e parmigiano

E chi lo dice che una passata di pomodoro o un polpa servano solo per condire pasta , pizza o per fare la carne col sugo? 

Questa settimana, e quelle che verranno, vi proporrò un pranzo alternativo dove i sughi di pomodoro li utilizzeremo per preparare un antipasto, un primo ed un secondo , diversi dai classici cui siamo abituati.

Alcuni saranno piatti nuovi, altri tipici della tradizione, ma ciò che conta è che saranno belli a vedersi, facili da fare e, ovviamente, molto molto gustosi.

In questa piccola avventura ci accompagneranno i sughi de La Fiammante , una produzione artigianale di conserve alimentari estesa su scala industriale che va avanti da oltre 50 anni e che ha sede in Campania.
Per realizzare la ricetta di oggi ho usato la passata di pomodoro  La Fiammante che, grazie alla sua dolcezza e all’ottima densità, si è prestata benissimo per la preparazione di questo piatto.

Oggi cominceremo il nostro pranzo da un antipasto – o aperitivo – piuttosto originale: una Treccia di pan brioche super super soffice .
Non sarà tuttavia la classica “treccia”.
L’idea mi è venuta dopo aver visto quella di Azzurra che mi è piaciuta anche per l’originale presentazione.

Io ho usato la mia ricetta del pan brioche , dove però ho sostituito parte del latte con acqua come fa Azzurra e ho modificato il ripieno.

Anche voi potrete cambiare la farcia usando, oltre il buon sugo di pomodoro, paté di olive, pesto o creme varie e sbizzarrirvi con la fantasia.
Personalmente ho molto gradito il sapore delicato del sugo con quello più deciso del parmigiano e del pecorino.
Nel complesso la farcia al pomodoro risulterà avere un gusto molto delicato, rendendo il pan brioche perfetto anche per essere gustato ed apprezzato dai bambini.

Usate questa treccia di pan brioche tagliata a fettine in sostituzione del classico pane o servitela come antipasto insieme a salumi  e formaggi.

Con le sue venature rosse poi sarà perfetta per essere presentata nella prossima tavola delle feste.

 

L’idea in più? Affettatela e formate degli sfiziosi tramezzini da servire in un buffet o durante i compleanni dei vostri bambini.
Io li ho imbottiti con prosciutto arrosto e caciocavallo silano, ma voi potrete usare ciò che più gradite, altri tipi di salumi ma anche verdure grigliate, paté vari,confettura di cipolla, feta,formaggio brie…
Insomma sia come alternativa al classico pane che come sfizioso antipasto o aperitivo questo pan brioche conquisterà tutti al primo morso!!
Pronti a rispondere alla domanda…”ma come hai fatto a farlo così soffice? “?

Se desiderate realizzare questi deliziosi pon-pon di carta venite a vedere qui come crearli in poche mosse.

 

Ingredienti:

 

  • 140 gr farina semola di grano duro
  • 140 gr farina manitoba
  • 1/2 uovo sbattuto (l’altra metà usatela per spennellare il pan brioche prima di infornarlo)
  • 1/2 bustina lievito di birra secco in polvere o 1/2 cubetto di lievito di birra fresco
  • 60 ml latte
  • 60 ml acqua
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 25 ml olio di oliva
Per la farcia
  • Passata di pomodoro, per me passata La Fiammante
  • sale
  • basilico
  • parmigiano grattugiato
  • percorino grattugiato

 

Mescolate il latte e l’acqua – entrambi tiepidi – e scioglietevi il lievito.
Aggiungete tutti gli altri ingredienti ed impastate , a mano o con una impastatrice, fino a quando otterrete un impasto elastico, che metterete a livitare in una ciotola unta di olio e ben coperta in luogo tiepido (per me forno spento con luce accesa) fino al suo raddoppio (circa 1 ora).
Trascorso questo tempo riprendete l’impasto e stendetelo con un matterello formando un rettangolo.
Spalmatevi sopra (lasciando due centimetri dai bordi) un poco di passata di pomodoro (non esagerate con il quantitativo) condita con sale e basilico.
Spolverate sopra abbondante parmigiano e pecorino ed arrotolate dal lato corto.
Mettetevi davanti il salsicciotto ottenuto – in modo perpendicolare rispetto a voi ed al tavolo – e tagliatelo a metà con un coltello affilato lasciando intatti circa 3 cm dalla parte dell’estremità superiore.
A questo punto intrecciate le due parti di impasto ottenute e sigillate bene la chiusura inferiore.
Fate queste operazioni delicatamente onde evitare di fare fuoriuscire il sugo.
Riponete in uno stampo da plumcake di circa 10×26 cm e mettete a lievitare per un’altra ora, sempre in luogo tiepido.
Le foto qui sotto vi chiariranno ogni dubbio sulla preparazione della treccia.

Trascorsa la seconda ora, la vostra treccia sarà raddoppiata di volume.
Spennellatela con l’uovo sbattuto rimasto ed infornate a 180° per circa 15/20 minuti.
Affettate, gustate e fatemi sapere!!

 

 

Cominciamo questo mese di novembre con un sorriso: il vostro.
Perchè cucinare , soprattutto per gli altri e per le persone che amate,
vi riempirà il cuore di gioia e felicità.
Buona settimana
Serena

Se provate le mie ricette sarà un onore per me per cui mandatemi la foto
via e-mail oppure, se pubblicate la foto su Instagram o su Facebook,
usate l’hashtag #petitpatisserieblog o inviatemele tramite Direct (se
avete un profilo privato su Instagram) così le potrò vedere,
condividere  sui social ed inserire nel blog alla pagina Vos Plats!

8 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.