Carnevale,  Dolci,  Pasqua

Cassatelle di Carnevale { Ravioli dolci di ricotta }

Questa ricetta mi è molto cara, perché mi ricorda la mia amata nonna Maria, che vorrei tanto avere accanto a me oggi.

Quando preparava le “Cassatedde” di ricotta  era una festa per la nostra famiglia: buonissime assaporate calde, tiepide e anche fredde di frigo il giorno dopo….se e quando ne rimanevano!!
Purtroppo, come spesso accade, le nostre nonne andavano ad occhio con gli ingredienti per cui  ho seguito la ricetta di famiglia che la mia mamma custodiva nel suo ricettario (nonostante anche questa fosse un po’ approssimativa quanto agli ingredienti) ed ho poi creato la mia versione, secondo i miei gusti,la mia esperienza ed i miei ricordi.

PhotoGrid_1454172414601

La mia personale aggiunta è stata la scorza dell’arancia grattugiata nell’impasto.
Rispetto poi alla classica ricetta delle Cassatelle che si trovano in rete questa è speciale…perché è della mia nonna, la quale non usava mettere gocce di cioccolato nella crema di ricotta e, sopratutto, era solita non spolverarle con lo zucchero a velo ma rotolarle – come le classiche frittelle – nello zucchero semolato, a cui lei aggiungeva la cannella: per questo motivo zuccherava poco sia l’impasto che la crema.
Queste frittelle non contengono uova né burro, ma farina,  olio, acqua, vino ,zucchero e sale e spesso vengono preparate con la farina 00 ( che voi potrete pure usare osservando le indicazioni che vi darò nelle note ) ma la ricetta tradizionale prevede l’uso della farina di semola di grano duro che la rende rustica come le vere ricette siciliane di un tempo. Io ho dunque voluto rispettare la tradizione usando peraltro una farina di semola di grano duro siciliano, varietà “Russello”.

PhotoGrid_1454172573552

Le Cassatelle di ricotta in Sicilia vengono tipicamente preparate nel periodo di Carnevale e di Pasqua ma , a casa mia, quando c’era la nonna, era sempre il momento giusto per prepararle e, soprattutto per noi…..assaggiarle!!!

Al primo morso rimarrete stupefatti dal sapore di queste Cassatelle: croccanti e friabili fuori con una morbida, liscia , golosa e scioglievole crema di ricotta dentro!!

PhotoGrid_1454172260092

Io ho fatto del mio meglio e sono davvero molto soddisfatta del risultato e sono sicura che lo sarebbe anche mia nonna…

Pronti a festeggiare il Carnevale in Sicilia?

PhotoGrid_1454172520908

 

Cassatelle di Carnevale { Ravioli dolci di ricotta }
Recipe Type: Dolci siciliani
Cuisine: Dosi per circa 8 persone
Author: Serena – Petitpatisserie
Ravioli dolci di ricotta, friabili fuori e con una scioglievole e golosa crema di ricotta dentro.
Ingredients
  • 500 gr farina semola di grano duro*
  • 20 gr zucchero
  • 50 ml olio extravergine di oliva
  • 210 ml acqua
  • 2 cucchiai colmi di Marsala o vino bianco
  • scorza grattugiata di 1 arancia bio
  • pizzico di sale
  • olio per friggere
  • Per la crema :
  • 700 gr ricotta asciutta
  • 130 gr zucchero
  • Per la rifinitura:
  • zucchero semolato
  • cannella
Instructions
  1. Mescolate la farina con lo zucchero , il sale, l’olio, il marsala ed aggiungete l’acqua a filo impastando fino a quando non si formerà una palla compatta ed elastica. Lasciate riposare l ‘ impasto per circa 30 minuti.
  2. Nel frattempo preparate la crema frullando la ricotta con lo zucchero.
  3. Stendete l’impasto (poco alla volta) con il matterello (meglio se usate la macchina per fare la pasta) in modo da ottenere una sfoglia il più sottile possibile ( 2-3 mm ).
  4. Ricavate tanti cerchi con un coppapasta ( o un piattino per tazzina da caffè) del diametro di circa 8 cm ( io li ho fatti più grandi con un diametro di 12 cm )*.
  5. In ogni cerchio mettete al centro un poco di crema e rinchiudetelo a metà, formando una mezza luna. Premete con le dita le due parti di pasta che chiudono il cerchio in modo da farle aderire bene e poi premete con i rebbi di una forchetta per sigillare.
  6. Friggetele in olio caldo (non abbondante: riempite la padella per circa 1-2 cm di altezza ), girandole a metà cottura in modo che risultino dorate da entrambi i lati. Scolatele, fate assorbire l’olio in eccesso da una carta per fritti e rotolatele nello zucchero semolato mescolato a cannella.
Notes
* Se desiderate un sapore meno rustico e più raffinato potete usare la farina 00: in questo caso le dosi degli ingredienti rimangono invariate,ad eccezione dell’acqua. Procedete gradualmente aggiungendone poco alla volta fino a quando l’impasto sarà sodo e compatto ( non deve assolutamente risultare appiccoso ).[br]* Avendo usato un coppapasta più grande con diametro di 12 cm con le dosi indicate ho ottenuto circa 25 Cassatelle medio/grandi. Usando il coppapasta che vi suggerisco (di 8 cm) otterrete un numero maggiore di Cassatelle , di dimensioni più piccole, che corrispondono a quelle tradizionali.

 

PhotoGrid_1454172209421

PhotoGrid_1454172119489

A mia nonna ,

con la speranza che possa vedermi oggi, che possa essere orgogliosa della “donnina di cucina” che sono diventata

e con la speranza che mi sia accanto in ogni giorno della mia vita….

Serena

 

6 commenti

    • petitpatisserieblog

      Ma grazie!!
      Sono felice ti piacciano!!
      Te le consiglio,sono davvero molto particolari!
      Buona settimana a te Federica

  • Manuela

    Ciao le voglio provare sicuramente… Ascolta utilizzando la farina 00 quanto deve essere l’acqua? Non l’hai scritto… Devo fare ad occhio? Grazie per aver condiviso la ricetta ?

    • petitpatisserieblog

      Ciao Manuela!
      Ho scritto che devi aggiungere fino a quando l’impasto non sarà bello compatto ed eleastico (non appiccicoso) per cui bisogna aggiungerlo gradualmente.Ho indicato però il quantitativo se usi la farina di semola du grando duro per cui quedto ti può orientare.Aggiungila a filo e impasta così non ti sbagli.La foto ti fa capire bene o male come deve essere l’impasto: sodo ,compatto e non appiccicoso.
      Spero di essere stata chiara..Fammi sapere, ci tengo 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.